The scenario & the main character Chrysalis

Chrysalis Bartók

The other day, walking in the narrow streets of Ascona, the story of Chrysalis returned vivid in my mind.
For an author, experiences of this kind are very important since these allow to give a sort of “dimension” to what narrated with words in your own novel.
The town of Ascona, in the reality of these years, has suffered several times the flooding of the Lake Verbano … what would happen in the novel  The Annwyn’s Secret  is much more than just flooding due to climate changes.
I felt a strange feeling, almost of respectful fear, trying to imagine the lake reach even beyond the Via Borgo. From the lakeside up to the beginning of the street are around 15 meters difference.
Human behavior, if will not undergo wise and radical changes, is leading us towards self annihilation. It is not purely environmental matter, civic responsibility is to each one of us!
The main character, as in part already revealed in the metaphor of her very name “chrysalis” -butterfly cocoon-, in the evolution of the story will be undergoing profound changes. As young woman, she will first be compared with the burden of her supernatural nature and then she will have to take choices that will involve the heart and the sphere of feelings and the rational mind.
Chrysalis, being an annwyn, challenges the constraints of the Unified Power, takes liberties that may damage herself… but at the same time she can act very smartly pondering every action. The love for her brother and the hatred toward the killers of their parents, however, lead her sometimes to an irrational behavior. Only with the help of the impact characters, she finally manages to follow the rational mind.

.

Marius Dr. Bartók friend

L’altro giorno, camminando nelle stradine di Ascona, le vicende di Chrysalis ritornano vivide nella mia mente. Per un autore, esperienze di questo genere sono molto importanti poiché permettono di dare una sorta di “dimensione” a quanto raccontato a parole nel proprio romanzo.
Ascona nella realtà di questi anni, ha sofferto più volte l’esondazione del lago Verbano… ciò che accadrebbe nel romanzo  Il segreto degli Annwyn  è molto più di una semplice esondazione dovuta al cambiamento climatico.
Ho provato una strana sensazione, quasi di rispettosa paura, nel cercare di immaginare il lago arrivare fin oltre la Via Borgo.
Il comportamento umano, se non subirà saggi cambiamenti radicali, ci sta conducendo verso l’auto annientamento. Non è una questione prettamente ecologica, la responsabilità civica è di ognuno di noi!
La protagonista principale, come in parte svelato già nella metafora del suo stesso nome “crisalide” -bozzolo di farfalla-, nell’evolvere della storia subirà dei profondi cambiamenti. Da giovane donna, sarà dapprima confrontata con il fardello della sua natura sovranaturale ed in seguito dovrà effettuare delle scelte che vedranno coinvolti il cuore e la sfera dei sentimenti e la Mente razionale.
Chrysalis, essendo una annwyn, sfida le coercizioni del Potere Unificato, si prende delle libertà che potrebbero danneggiarla… ma nel contempo agisce in modo molto intelligente ponderando ogni sua azione. L’amore per il fratello e l’odio verso gli assassini dei genitori, la portano però a comportamenti a volte irrazionali. Solo con l’aiuto dei personaggi secondari, riuscirà a seguire la mente razionale.

.

Advertisements

4 responses to “The scenario & the main character Chrysalis

  1. Pingback: The scenario & the main character Chrysalis | Claudine Giovannoni

  2. Entusiasmante, bravissima! Sarà l’occasione per sensibilizzare lo spettatore, vedrai che diventerà un film stupendo (e poi lo mostreranno al festival del film di Locarno!) Abbraccio da Liliana

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s